Corso GAAF primo livello. Tutti promossi!

0
Questo articolo è presentato da:

 

Il Giudice arbitro affiliato GAAF è una figura creata dalla FIT per permette con questa qualifica di gestire le gare a squadre di serie D e i tornei individuali fino alla terza categoria. Così facendo molti circoli si possono dotare di un GAAF che possa aiutare durante la stagione agonistica in totale autonomia. Unico limite è quello della compilazione dei tabelloni nelle gare individuali che può essere fatto solamente da un Quadro Regionale.

A Piacenza, nella sede Coni, grazie alla collaborazione del Giudice Arbitro Nazionale Cristina Brandazza è stato svolto recentemente un corso terminato con l’esame per “arruolare” nuovi adepti FIT.

7 i partecipanti:

  • Giuseppe Marchese (TC Loschi)
  • Giuseppe Crecchini (Monticelli Ongina)
  • Graziano Capuzzi (Monticelli Ongina)
  • Massimo Morini (Parma)
  • Paola Pedretti (Parma)
  • Matteo Tassi (TC Bettola)
  • Elisabetta Savi (TC Bettola)

L’esame, a seguito di 30 ore di lezioni tenute appunto da Cristina Brandazza, più una parte riguardante Padel e Beach Tennis, è stato brillantemente superato da tutti. La commissione d’esame era composta da Maurizio Masarati, Luigi Boselli e Katia Spotti che, grazie alla loro qualifica ed esperienza, hanno esaminato i risultati della prova scritta di 30 domande. Per nulla scontate!

Chiedendo appunto a Cristina se tutti i partecipanti fossero stati tennisti, abbiamo scoperto che l’essere tennista non è un vero e proprio vantaggio nel corso. Chiaramente conoscere le regole del tennis è fondamentale ma, la gestione delle gare a squadre, il regolamento tecnico sportivo, ecc. è molto difficile che siano già conosciuti. E forse forse anche qualche regola del tennis scappa. Insomma c’è parecchio da studiare!

Molto l’entusiasmo e l’interesse da parte di tutti i partecipanti che così potranno da subito iniziare l’attività nel proprio circolo e applicare quanto diligentemente imparato.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here